L’Elettronica del Runner

L’Elettronica del Runner

Marsupio a Cintura o Porta-Smartphone da Braccio?

L’inseparabile smartphone si porta anche in allenamento: connesso a Strava o Runtastic registrerà tutte le performance e contemporaneamente riproduce la compilation preferita sulle cuffiette. Si può scegliere se usare il marsupio o legare al braccio il porta smartphone con la tasca trasparente. L’importante sarebbe riuscire a staccare la mente anche dagli impegni e dalle telefonate!

La decisione tra le due tipologie è del tutto personale e connessa alla comodità, che deve essere la prima scelta.

 

Cardiofrequenzimetro

Il cardiofrequenzimetro è uno strumento che ormai tutti conoscono ed ha lo scopo di misurare la frequenza cardiaca durante l’allenamento. Usarlo significa migliorarsi e tenere sotto controllo lo stato fisico. Ci sono delle applicazioni supportate da smartphone ma l’orologio da polso è il più pratico di tutti perché permette un controllo immediato.

I “cardio” più tecnologici hanno anche la funzione GPS e quindi sono in grado di indicare la velocità di corsa, la mappa del percorso, la distanza ed il dislivello affrontati.

Aumentando il livello di tecnologia, alcuni dispositivi permettono addirittura di analizzare il tempo di contatto del piede con il terreno ed il numero di appoggi utilizzati nella corsa. Sono dati molto importanti che ci permettono di capire l’efficienza e l’efficacia della corsa. Qui abbandoniamo l’attività amatoriale ed entriamo progressivamente nel mondo del professionismo, dove troviamo anche le analisi video, utilizzate da molti coach per valutare la meccanica di corsa dell’atleta.

Il Super OP

Se ne sente parlare moltissimo. Si tratta di uno strumento di ultimissima generazione. Questo strumento, il cui nome completo è SUPERCOMPENSATION OPTIMIZER, affiancato ad uno sfigmomanometro che prende la pressione, è in grado di valutare se l’atleta ha recuperato adeguatamente dopo un allenamento ed è in grado di svolgerne un altro di maggiore, minore o pari intensità rispetto ai giorni precendenti.

In pratica il Super Op rende scientifico il programma di allenamento che non sarà mai standard: le variabili di recupero del fisico sono infinite e non ci sono tempi certi. A volte un accumulo di stress o particolari condizioni fisiche possono influenzare questo aspetto e forzare non è opportuno.

Scopri tutto sulla corsa in questa Guida Gratuita per stare in salute ed essere sempre in forma. All’interno troverai tanti consigli e un buon piano di allenamento. Clicca qui sotto per ricevere la tua copia in formato PDF.

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

facebook
twitter
gplus
instagram