L’Orologio Biologico del Runner

L’Orologio Biologico del Runner

Non c’è bisogno di spiegare che la corsa (soprattutto all’aria aperta) stimola endorfine e che queste sostanze, una volta liberate nel sangue, favoriscono la nostra sensazione di benessere e di gratificazione. In particolare la produzione di queste sostanze si verifica nei maratoneti e nei ciclisti per via dell’attività molto prolungata. Fin qui la scienza. La prova empirica? Pensa a come ti senti dopo una passeggiata o dopo una corsa: è palese la sensazione di benessere che arriva una volta terminata la sessione.

Gratificazione, distensione, benessere sono sensazioni a cui ci affezioniamo e che il nostro cervello richiede. Ecco perché una volta iniziata l’attività, non ci si ferma più.

Sempre a caccia di queste sensazioni, i runner le trovano in questi tre modi:

Quelli delle prime luci dell’alba

Se chiedi ai runner mattutini la motivazione che li fa alzare dal letto a orari oggettivamente difficili ti parleranno della poesia dell’alba, del silenzio della città ancora assopita e delle strade sgombre, della strada tutta per sé e del carico di energia con il quale ci si trova poi a cominciare la giornata.

Ci sono i runner che fanno colazione prima, e quelli che si sentono appesantiti e preferiscono bere un caffè e rimandare al rientro la colazione. Questo è un aspetto del tutto personale. Va detto che per chi corre per dimagrire, l’allenamento prima di colazione dà una sferzata al metabolismo ideale per spingerlo ad accelerare i processi di intaccamento dei lipidi.

Quelli della pausa pranzo

I runner della pausa pranzo sono gli ottimizzatori: bastano 50 minuti di tempo per un allenamento soddisfacente e questo tempo viene trovato proprio in pausa. Per molti runner i 60 – 90 minuti della pausa pranzo sono l’ideale da sfruttare 1 o 2 volte la settimana: costituiscono un tempo tutto per sé senza togliere nulla agli impegni familiari e alla vita sociale serale.

Quelli del tramonto

Le prime luci del tramonto accompagnano gli allenamenti dei runner by night: i principali benefici della corsa serale sono legati allo sfogo dello stress accumulato durane la giornata. Non ci sono limiti di tempo e si rientra a casa rigenerati.

Non c’è un momento giusto per correre, ma c’è un modo giusto di farlo. Se vuoi tutti i consigli degli esperti per correre bene e in salute, scarica subito la Guida Gratuita.

1 Comment

  • Bablofil Posted 02/05/2017 13:46

    Thanks, great article.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

facebook
twitter
gplus
instagram